“Catene Violente” è lo spettacolo di teatro forum realizzato dalla compagnia di teatro sociale del Centro Capta più replicato in assoluto.

Perché? Perché tratta il delicato ma sofferto tema della violenza tra le mura domestiche: parla di indifferenza, di inerzia sociale, di quello che chiamiamo amore anche quando si tratta di possesso, parla di indignazione verso quella violenza che trasforma i rapporti intimi in prigioni, parla di protezione verso i minori che assistono alla violenza dei genitori, parla di una catena invisibile che si trasmette negli stili comunicativi violenti e omertosi di generazione in generazione.

Ma i segni di quella catena li sentiamo sulla pelle, la sentiamo vibrare nelle parole, dette o solo pensate, la percepiamo negli sguardi o nelle credenze, ancora troppo impari, che raccontano cosa una donna dovrebbe essere o cosa dovrebbe fare e cosa un uomo.

La lungimirante e attiva, ormai da anni, provincia di Trento ci ha invitato per l’ennesima volta a collaborare con lei in un convegno rivolto agli studenti dell’Università di Trento: tra loro giovani che tra qualche anno saranno assistenti sociali, personale ospedaliero, ostetriche, osteopati e non chiudo la lista. E’ avvenuto il 19 febbraio 2019 presso il teatro Auditorium Santa Chiara e come sempre il teatro forum ha messo al centro del processo di crescita comunitaria il pubblico, un pubblico vivo, audace, empatico, protagonista.

Ora anche il comune di Caldogno regalerà ai suoi cittadini questo Teatro forum presso il teatro Gioia sabato 9 marzo alle ore 20.30, strizzando l’occhio all’8 marzo ma non esaurendosi in esso.

Per andare oltre. Per crescere davvero, lontano dalla violenza e vicino a una comunità che si prende cura delle sue cellule: le persone. Vi aspettiamo per spezzare le catene, qualunque siano le vostre.