Sguardi, emozioni e “socialità”: questi gli argomenti delle tre conferenze attive organizzate all’interno del progetto Pianeta Adolescenti, con protagonista la Fondazione Capta.

Si è conclusa giovedi 3 maggio la serie di tre conferenze attive tenute dalla dr.ssa Roberta Radich e dal dr. Andrea Picco del Centro Capta organizzate da AGE, Associazione genitori di Schio, (all’interno del progetto Pianeta Adolescenti, che vede protagonisti attivi, oltre la Fondazione Capta, la Cooperativa Primavera Nuova, il Comune di Schio, e altri partner, progetto sostenuto dalla Fondazione Cariverona).

Le tre serate molto partecipate e attive hanno visto un confronto tra i tre gruppi protagonisti del mondo scolastico: ragazzi, genitori e insegnanti.

Nelle conferenze sono state riportate le idee e i vissuti dei ragazzi di tre classi e da questo ci si è confrontati tra genitori, insegnanti e ragazzi per arrivare a riflettere, con l’aiuto del dr. Picco e della dr.ssa Radich su tre tematiche: gli sguardi reciproci di genitori, insegnanti e ragazzi, i pregiudizi, le paure, le difficoltà e le aspettative reciproche; le emozioni che pervadono la vita degli adolescenti, ma anche dei genitori e degli insegnanti, come coglierle, comunicare e come vivere assieme esperienze positive e di crescita per i ragazzi ma anche per gli adulti-; e, infine, è stato affrontato il tema “social o sociale?”, come i ragazzi, gli insegnanti e i genitori possono trasformare una possibile dipendenza da smartphone e videogiochi in occasione di incontro, scambio e socialità.
Tre serate di confronto e scambio con degli esperti di comunicazione e adolescenza, che costituiscono da tre anni, un momento di riflessione e di confronto per i genitori della scuola primaria di primo grado di Schio.